Scrivo ep. 03 – #solitudini

Pubblicato da admin il

La mia posizione è che uomini e donne oscillano tra presunzione e debolezza […]

Il concetto è semplice; la cicala o la formica. Le persone non sanno scegliere chi essere.

Vogliono provare l’ebrezza della libertà, senza pagare le conseguenze della solitudine.”

Vins Gallico – Final Cut

 

Io la libertà l’ho provata. Mi ha portato euforia e qualche scarso vantaggio. Il resto sono stati solo grossi patemi.

La solitudine, tornasse, non mi spaventerebbe.

Ho dato tanto tempo e ho donato tante emozioni alle solitudini.

Sono cose tipo il sabato mattina:

non hai la sveglia ma ti svegli prima.

Il ci vediamo da te. Il passo a trovarti. Entra è aperto.

Cazzo, ho sbagliato. Mi dispiace.

 

Sono parole, forse più emozioni. Da non dimenticare.

Da tenere dentro perché ti aiuteranno, dicono.

La consapevolezza, dicono. Non dimenticare, dicono.

Io dico che invece serve solo una sana pazzia, un po’ di lucida emozione nello spingersi oltre il limite.

Confidando non tanto in se stessi. Da soli, spesso non valiamo nulla. Ma credendo nelle persone che hai intorno, nei pezzetti di amicizia e amore li vicino a te.