Giorno 12 – [ACCETTATI]

Per gestire l’insicurezza bisogna accettarla. Così leggevo da qualche parte. Ho ridotto la lettura su tutti o quasi i social. Tenevo attivo Linkedin perchè professionale ma anche li è arrivato il conto giornaliero e non è un emozione positiva. Ho ridotto le emozioni negative. Ho messo in atto azioni quotidiane per creare solo sensazioni positive. Un bacio in più, un sorriso in più, un pensiero positivo in più.

Tutto molto bello, ma poi c’è quel momento li, la mattina appena sveglio e la sera prima di dormire. Li non puoi barare. Non ti chiedo di fare diversamente. Li devi accettare quello che sei e come stai rispondendo a questa situazione.

Essere brillante anche con te stesso. Accettare le paure, accettare le fatiche, accettare i pensieri orribili che ti sfiorano il cervello.

E ricordare che accettare ha un doppio significato. Il primo, quello di allargare la capacità di accogliere i difetti ingestibili del tuo essere (a volte) poco brillante. Il secondo quello di tagliare con un accetta. Di dare un taglio netto alle paure, alle fatiche, ai pensieri orribili. Li prendi, li appoggi su un piano solido e li accetti. Li tagli in due, e poi in 4 e poi in 8, finchè non ci sono più. Li hai spaccati e hai fatto uscire solo il meglio che il tuo modo di affrontare le cose può generare. Non c’è un meglio assoluto, c’è il tuo, accoglilo e fallo diventare più grande e più forte anche oggi!