RISCHIA

Un amico mi ha scritto

È come se il mio naturale entusiasmo sia evaporato, costretto da questa normalità così anonima e opprimente, fatta di eccessiva prudenza[…]
Quel che trovo straniante, a livello personale, è che la mia innata capacità di trovare equilibri instabili non mi diverte più, non mi è da stimolo. [..]
Ho bisogno di rischi. Ho bisogno di gin tonic.
E non in quanto bisogni in sé, ma per poter ritornare a dare. A spendermi. A bruciare per spargere luce.

Ho risposto semplicemente: RISCHIA

Perchè rischiare è la molla che ci fa passare dall’adolescenza turbata all’adultità sentita. E rischiare non vuol dire fare le cose in maniera inconsapevole o pericolose. Rischiare è un modo per testare i nostri limiti. Chi rischia sceglie di spingersi consapevolmente oltre i propri limiti per migliorare, crescere e fissare nuovi step di crescita.

Quando rischi ti metti in gioco, rimandi ad un altro momento il calcolo razionale della cosa giusta, rimetti in discussione le tue priorità. Se ci pensi, c’è chi cambia i propri punti di vista e cresce e chi cambia i propri punti di vista e si disorienta.

Tu chi sei?

Chi vuoi essere?

Rimani informato e ricevi i regali di Abitare le Idee e Essere Brillante