DISCRIMINA

Ho ragionato tutta la notte su quanto è brutta la parola discrimina. Ma poi ho ragionato su quanto, in relazione a dove dirigiamo e orientiamo il nostro sguardo, le parole possono prendere valori diversi. Se ci pensi chi orienta lo sguardo sulla bellezza delle cose difficilmente pensa in negativo.

DISCRIMINA le tue scelte, non discriminare le persone che scelgono cose che tu non avresti fatto

DISCRIMINA tra l’utile e l’inutile, non discriminare le persone per la loro utilità

DISCRIMINA le parole che ti fanno pensare male, non discriminare le persone che le usano male

DISCRIMINA le emozioni che ti servono oggi, non discriminare le persone che non sanno gestire le loro emozioni

DISCRIMINA le azioni da fare per il tuo bene, non discriminare le persone secondo categorie di BENE e MALE

Credo sia corretto guardare in modo critico le cose che succedono, non adeguarsi al pensieri comune, fare riflessioni e parlare. Nella discussione spesso pure io sono negativo, alzo la voce, dico cose inutili. Ma poi discrimino tra le cose che mi hanno fatto crescere e le cose che mi hanno fatto fare un passo indietro.

Discrimina quello che ti fa crescere, perchè se sei una persona che ricorda cosa ti migliora trovi il tuo equilibrio in fretta e dai alle persone che incontri il meglio.

RIMANI AGGIORNATO SUI PASSI PER ESSERE BRILLANTE